,

All’Inail l’omaggio del Capo dello Stato alle vittime del lavoro

In occasione della festa del primo maggio, il presidente della Repubblica è intervenuto alla commemorazione che si è svolta a Roma, nel piazzale antistante la sede della direzione generale, deponendo una corona di fiori davanti al bassorilievo dedicato ai minatori che persero la vita durante la realizzazione del traforo del San Gottardo

 

ROMA – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto questa mattina a Roma alla consueta cerimonia di commemorazione delle vittime del lavoro che si svolge ogni anno, in occasione della festa del primo maggio, davanti alla direzione generale Inail di piazzale Pastore.

La cerimonia alla presenza dei vertici dell’Istituto e dei rappresentanti istituzionali. Il Capo dello Stato, accolto dal presidente e dal direttore generale dell’Istituto, Massimo De Felice e Giuseppe Lucibello, dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, e dall’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, ha deposto una corona di fiori, portata a spalla da due corazzieri, e si è soffermato in un momento di raccoglimento davanti al monumento ai caduti del lavoro posizionato all’ingresso del palazzo dell’Inail.

Il monumento è una copia in bronzo dell’opera di Vincenzo Vela. Inaugurato il primo maggio di 11 anni fa, il monumento alle vittime del lavoro è una copia in bronzo del bassorilievo che ricorda i 200 operai che tra il 1872 e il 1882 persero la vita durante lo scavo del traforo ferroviario del San Gottardo, un tunnel di 15 chilometri tra le viscere delle montagne svizzere. Il modello in gesso dell’opera venne realizzato tra il 1880 e il 1882 dallo scultore ticinese Vincenzo Vela, profondamente turbato dall’alto tributo di vite umane che il progetto della galleria aveva comportato. Un precedente esemplare, fuso nel 1893, si trova alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma.

Sul Colle la consegna delle Stelle al merito del lavoro. Al termine della commemorazione davanti alla sede dell’Inail, il corteo presidenziale ha ripreso la strada del Quirinale, dove Mattarella è intervenuto alla tradizionale cerimonia di consegna delle Stelle al merito del lavoro, l’onorificenza conferita a chi si è distinto nella propria esperienza lavorativa per laboriosità, perizia e condotta morale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *